Adobe XD vs Figma

Adobe XD e Figma, quale software è più adatto per la progettazione di un progetto web? Leggi il confronto e fai la tua scelta

22 Novembre 2021 Paola Franco sviluppo, news

L’utilizzo di software per la prototipazione e il wireframe design sono ormai imprescindibili per la progettazione di un buon prodotto web, che si tratti di un’app, un sito web o un’applicazione. Questo mercato è attualmente conteso da 3 software: Sketch, Adobe XD e Figma.

Il primo software nato appositamente per questo scopo è stato Sketch. La sua interfaccia semplice e funzionale, la prototipazione, il responsive design e la grande community nata intorno al programma ne hanno decretato il successo. 

Nello stesso periodo l’evoluzione del design verso le nuove discipline come la User Experience e la User Interface Design hanno favorito la nascita di altri software più votati a queste discipline. In questo contesto hanno visto la luce Adobe XD e Figma, su cui ci concentreremo in questo articolo.

Seppur con approcci diversi, questi due prodotti sopperiscono fin dalla loro prima versione ad una grande carenza di Sketch: il fatto di essere ancora oggi un programma esclusivamente per utenti MacOS. 

ADOBE XD

Adobe XD è un’applicazione installabile sui sistemi operativi Windows e MaxOS e si integra nativamente con i programmi della Creative Cloud come Photoshop e Illustrator. Inoltre per la prima volta la suite Adobe ha proposto un prodotto gratuito che ha attirato numerosi utenti che erano prima esclusi da Sketch.

L’AVVENTO DI FIGMA

Figma è un’applicazione web (WebApp), ovvero un software utilizzabile esclusivamente tramite browser web e che per questo non dipende da nessun sistema operativo né richiede di essere installato, necessitando solamente di una connessione internet. 

Nato un anno dopo la comparsa di Adobe XD, ha ottenuto fin da subito un’enorme popolarità grazie ad una funzionalità non ancora presente nell’offerta dei suoi competitor: la possibilità per più persone di collaborare simultaneamente e gratuitamente ad uno stesso progetto attraverso il cloud proprietario.

Una volta preso confidenza con le sue varie funzionalità, è possibile aggiungere i membri del team al progetto e iniziare a lavorarvi simultaneamente.

Nel tempo il software ha ristretto la sua offerta gratuita con l’introduzione di un piano a pagamento per monetizzare il lavoro finora svolto dall’azienda. Ad oggi (novembre 2021) è possibile creare gratuitamente fino a 3 progetti e avere infiniti collaboratori, mentre con il piano a pagamento anche il numero di progetti diventa illimitato. Quanti team lavorano ad un massimo di 3 progetti? Pensando ad un team numeroso, aumentare il numero di progetti è un’esigenza ben più sentita rispetto all’avere collaboratori illimitati. 

LA RISPOSTA DI ADOBE

In quanto a collaborazione, Adobe XD non è rimasto a guardare in silenzio la crescita di Figma. Conscia dei limiti del proprio software e lavorando alle frequenti segnalazioni sui suoi bug, Adobe ha rilasciato l’aggiornamento che i suoi utenti chiedevano a gran voce: la collaborazione in tempo reale sui progetti. 

Questa novità è stata tuttavia introdotta in concomitanza con un altro grande cambiamento: XD è stato infatti aggiunto all’interno dell’offerta a pagamento della suite CC e usa il cloud di Adobe per la condivisione dei lavori.

CONCLUSIONE

A questo punto la risposta che state aspettando: quale software scegliere per la progettazione di prodotti web?

Adobe XD rimane la scelta naturale se si lavora principalmente con i software della Creative Cloud: si integra perfettamente con Illustrator per loghi, file vettoriali e svg, con Photoshop per le immagini e con After Effect per animazioni 3D, oltre che con le librerie di Adobe Fonts e Adobe Stock. 

Essendo un’app installata è inoltre utilizzabile anche offline, rendendosi adatta ad esempio al lavoro durante gli spostamenti – cosa che Figma, basandosi completamente sul web, non permette.

La collaborazione funziona in modo diverso da Figma in Adobe XD. Mentre In Figma ogni progetto ha un unico URL, su XD i progetti sono dei veri e propri file salvati sul cloud: come accade con altri strumenti (come ad esempio Dropbox), dopo aver lavorato offline su un file, per renderlo disponibile ai collaboratori bisognerà decidere se sovrascrivere la sua versione in cloud (meno aggiornata) oppure caricarlo come un nuovo progetto.

Entrambi i software possono generare un link per la condivisione del prototipo, con la differenza che XD permette di commentare il lavoro anche come utente ospite, mentre Figma richiede la creazione di un account gratuito. 

IL NOSTRO PARERE

Io da sempre ho sviluppato in Adobe XD, ma per i prossimi progetti web proverò in maniera più estesa Figma, soprattutto per le sue immediate funzionalità di collaborazione e condivisione.

E voi quali strumenti utilizzate per progettare i vostri lavori web? Fatecelo sapere nei commenti!

2 commenti

Adobe XD resta a mio parere l’alternativa più veloce e semplice da usare. La maggior parte dei miei progetti li ho seguiti con questa applicazione, ho provato anche Figma ma non mi sono ‘sentita subito a casa’.
Purtroppo ADOBE XD non è più gratuito e anzi, il prezzo non è per niente basso. Per questa ragione, a malincuore, passerò a Figma definitivamente

Sono d’accordo con te Laura, XD grande amore soprattutto perché è il primo software che veramente mi ha svoltato la vita per le bozze, ma spendere ogni mese quella cifra con Figma a disposizione non ne vale la pena per me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *