Ente accreditato Regione Veneto n.4271

AdWords: 7 errori da evitare

Pubblicato da Luca Binotto // 16 marzo 2015 // 110 visualizzazioni

Search engine marketingE così vuoi fare pubblicità a pagamento sui motori di ricerca e attirare nuovo traffico? Fantastico! Così sarai sempre nel posto giusto al momento giusto. Ma aprire un account AdWords non vuol dire generare dei profitti o creare grandi campagne senza fatica.  Partiamo dalle basi: i 7 errori da non fare MAI. Parole chiave sono troppo generiche. Se sei un advertiser ti verrà naturale andare sullo specifico per aumentare il tasso di conversione, in caso contrario… inizia a farlo! Mettere troppe parole chiave in un gruppo di annunci. In un mondo ideale, creerai una landing page per ogni piccolissimo gruppo di parole chiave, in modo da offrire la migliore esperienza utente possibile con una targettizzazione perfetta. Ma non lo farai, ci vuole troppo tempo. Inizia con piccolo gruppi di parole però, non 50 o 100 keyword! Rete ricerca con rete display. Google pubblicizza questa tipologia di pubblicazione, ma nella realtà sono due cose ben diverse e poche volte conviene mescolarle. Provare per credere. Se poi non siete convinti, assicuratevi almeno di creare la giusta identità per ogni campagna. Puntare sulla homepage. Se recluti utenti via PPC non mandateli mai sulla home del sito. Pensaci un secondo: stai cercando qualcosa di specifico, clicchi sull’annuncio e ti trovi in una pagina generica. No. Mancata esclusione di keyword. Si, si possono escludere determinate parole per targettizzare al meglio la campagna; non farlo è un errore che ti costa dei soldi. Non misurare il ROI. Eh, se non calcoli il ritorno di investimento non puoi sapere se stai spendendo bene o meno i tuoi soldi… o quelli del cliente. Non monitorare la campagna. Ecco, creata! Ora può andare da sola a tempo indefinito, giusto? NO!! Questo è l’errore peggiore che tu possa fare.

Topic: , , ,

Send this to a friend