Ente accreditato Regione Veneto n.4271

Come cambierà Facebook Messenger nel 2017

Pubblicato da Luca Binotto // 19 gennaio 2017 // 200 visualizzazioni

messenger facebook novità 2017

L’anno che si è appena chiuso ci ha sicuramente detto qualcosa di importante rispetto l’evoluzione della comunicazione per il 2017. Pensateci un attimo:

  • La comunicazione è principalmente mobile
  • La comunicazione social è sempre più live, sempre più immediata.
  • Snapchat e la diffusione del social storytelling che ha influenzato anche Instagram.
  • I chatbot già ampiamente utilizzati su Telegram e WeChat, sono stati implementati anche su Facebook Messenger e su WhatsApp.
  • Cresce il bisogno di personalizzazione del messaggio.

Tiriamo le somme anche se la conclusione è alquanto evidente.
La maggior parte degli utenti di internet e in particolare quelli mobile, oltre 2 miliardi di persone, sono quotidianamente connessi al proprio network attraverso le piattaforme social e le applicazioni di instant messaging, ovvero le chat di WhatsApp e Messenger, guarda caso entrambe sotto l’ombrello di Facebook.

Questo significa che il potenziale delle chat è ancora tutto da esplorare e in continua evoluzione.

La strategia è abbastanza chiara: costringere l’utente a dipendere dall’utilizzo di tali strumenti, integrando soluzioni sempre diverse per aiutarci a costruire il nostro modello di comunicazione, ad esempio con le lenti di Snapchat, le GIF, i filtri, gli emoji. Una volta raggiunto questo scopo, abituare l’utente a preferire lo stesso strumento anche per compiere altre operazioni, come ricerca e acquisti, sarà più semplice e immediato.

Personalmente penso che Instagram sia il più probabile candidato a competere con Amazon, in quanto unisce la potenza dell’immagine all’autorevolezza degli influencer, nell’immediato presente. Inoltre ha grandi margini di miglioramento, soprattutto nella personalizzazione del contenuto da dedicare ad ogni utente. La possibilità che si evolva anche come strumento e-commerce, non mi sembra così lontana.

Ops, ma anche Instagram è di Facebook…coincidenze?

Torniamo a Messenger. Ne ha parlato recentemente David Marcus, vicepresidente di Facebook Messenger. Anche lui ha tirato le somme, presentando in un comunicato ufficiale quali saranno i punti chiave sui quali si concentrerà la piattaforma social più grande del mondo nel corso del 2017.

1. Virtual Living Room

Letteralmente, l’ambizione di Messenger è di diventare il nostro salotto virtuale preferito.

… Il vostro soggiorno è dove passate il tempo con la famiglia o con gli amici, dove si parla, si guardano foto e video, si fanno progetti, si fa shopping. Il soggiorno è dove vengono condivise le esperienze, si commentano gli eventi live, si gioca o semplicemente si passeggia.

È probabilmente dove ci si aspetta qualcosa di diverso, per condividere queste stesse interazioni con tutto il mondo.

Interessante affermazione. Che sia uno spoiler ad una miglior esperienza nelle chat di gruppo, oppure la possibilità di condividere il proprio commento co tutti gli spettatori dello stesso evento live?

Per non parlare del passaggio legato allo shopping. Si potrà finalmente acquistare attraverso l’app?

 

2. Una nuova fotocamera

Per migliorare l’esperienza utente, Messenger metterà a disposizione di tutti una nuova fotocamera con moltissime funzioni per catturare video, selfie e i momenti più divertenti da condividere. Ci sono anche le maschere 3D (molto simili alle lenti di Snapchat) da utilizzare anche in videochat.

Qui la strategia è abbastanza chiara: diventare un “socialbuster” e spazzare via il fantasmino di Snapchat.

 

Sembra proprio non ci siano limiti alle soluzioni da utilizzare su Messenger nei prossimi mesi.

3. Connettere persone e aziende

Pare proprio che Messenger renderà ancora più semplice la connessione tra individui ma anche tra individuo e brand.

… Ora non è necessario conoscere il numero di telefono per chiacchierare con un amico o l’azienda (invece di chiamare …).

 

Si tratta di un passaggio molto importante, perché allude alla possibilità sempre più vicina di disporre di chatbot customizzabili in modo facile e veloce. Cosa sono i chatbot? Ne abbiamo parlato in un articolo ad hoc qualche mese fa.

Il loro utilizzo renderà più semplice la discussione tra utenti e azienda. Il loro utilizzo riduce drasticamente i tempi di risposta e in futuro potrebbero essere ulteriormente migliorati, per offrire un servizio migliore.

 

4. Lavorare a sostegno degli sviluppatori

L’ultimo aspetto della strategia 2017 di Messenger è il sostegno agli sviluppatori, nell’intento che possano migliorare continuamente l’esperienza utente. Marcus si sofferma di nuovo sul tema bot, legato alle aziende, in questo caso.

Ciò potrebbe significare che le aziende saranno in grado di realizzare i propri bot in modo facile e veloce. Ad oggi i bot attivi su Messenger sono 34.000.  La loro diffusione giocherà un ruolo fondamentale soprattutto in chiave e-commerce.

 

Alcune considerazioni

Facebook ci ha già abituati a realizzare esattamente quello che promette. Personalmente credo ci siano ottime possibilità che le piattaforme di instant messaging si trasformino in nuovi strumenti ibridi, in grado di rispondere a tutte le nostre esigenze.

Poi mi faccio una domanda: E WhatsApp che fine farà? Viste le premesse temo possa definitivamente sparire.

Di sicuro, non dovremmo aspettare molto per capirlo, perché questo 2017 ha l’impressione di essere proprio un anno di svolta.

Topic: , ,

Send this to a friend