Ente accreditato Regione Veneto n.4271

Come rimuovere velocemente un contenuto dall’indice di Google

Pubblicato da Nicola Burei // 30 Dicembre 2019 // 51 visualizzazioni

Se ti sei trovato nella situazione di dover eliminare in fretta una pagina, un pdf o qualsiasi altro contenuto del tuo sito dall’indice di Google e di non sapere come fare, questa guida fa per te.

Le condizioni iniziali sono:

  • che il sito sia sotto la tua gestione;
  • che tu lo abbia collegato allo strumento (gratuito) Google Search Console;
  • che tu abbia rimosso fisicamente il contenuto, ad esempio cestinando la pagina o l’articolo.

Il sito deve essere sotto la tua gestione semplicemente perché, in caso contrario, non puoi collegarlo a Google Search Console.

Google Search Console infatti contiene uno strumento chiamato “Rimozione URL”, accessibile da qui:

Google Search Console: rimozione URL

A questo punto ti si aprirà una pagina come questa:

Rimozione URL

Osserva, in alto a destra, che (nel nostro caso) è stato selezionato il sito https://www.venetoformazione.it: ovviamente dovrai accertarti di aver impostato il sito corretto.

Premendo il pulsante “Nascondi temporaneamente” ti apparirà la seguente tendina:

Rimozione URL

Dove inserirai l’url da eliminare, ad esempio: https://www.venetoformazione.it/pagina-da-eliminare/

Rimozione URL

Attenzione a non sbagliare l’url: il consiglio è di copiarlo dalla barra degli indirizzi del tuo browser. Inoltre, considera che per Google le maiuscole e le minuscole fanno differenza: dovrai riportarlo nel modo corretto.

Ci si potrebbe chiedere: perché Google utilizza l’avverbio “temporaneamente”? Il motivo è che questa richiesta di rimozione ha una durata di 90 giorni. Trascorso questo periodo, il contenuto potrebbe ricomparire in SERP se il contenuto risulterà ancora raggiungibile da Google. Quindi è necessario fare in modo che ciò non accada operando in uno dei seguenti modi:

  • Rimuovendolo fisicamente, ovvero facendo in modo che il server web restituisca un codice di stato HTTP 404 (non trovato) o un 410 (non disponibile);
  • Proteggendo l’accesso al contenuto, ad esempio richiedendo una password;
  • Inserendo un Meta Tag Robots Noindex nel codice della pagina.

Ovviamente la soluzione meno complicata è la prima: eliminare il contenuto.

Procedendo, ci accorgiamo che alla voce “Tipo di richiesta” Google ci presenta queste tre scelte:

Rimozione URL

  • La prima consente di rimuovere solamente il contenuto raggiungibile all’url specificato in precedenza;
  • La seconda elimina solamente la copia cache ma l’url continuerà ad essere visibile in SERP;
  • La terza rimuove tutti gli url che iniziano in quel modo: utile per agire su intere directory. Ad esempio, se l’url fosse stato https://www.venetoformazione.it/blog/, avremmo rimosso tutti gli articoli del Blog di Veneto Formazione.

Chiaramente, le opzioni più utilizzate sono la prima e la terza.

A questo punto concluderemo la procedura premendo “Invia richiesta”.

Normalmente, nel giro di qualche ora il tuo contenuto sparirà dalla SERP di Google.

E se non ho attivato Google Search Console per il mio sito?

Grave errore, affrettati a farlo!

Puoi, comunque, semplicemente eliminare il tuo contenuto: la prossima volta che Google proverà a scansionarlo si accorgerà che non esiste più (errore 404) e provvederà a rimuoverlo dall’indice.

L’unico problema di questa procedura sono i tempi: non è detto che il contenuto venga rimosso subito dalla SERP, potrebbero volerci diversi giorni e, in casi estremi, anche di più.

Scopri tante altre cose sulla SEO nel nostro Corso di Digital Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend