Ente accreditato Regione Veneto n.4271

Content marketing: best practices

Pubblicato da Luca Binotto // 30 giugno 2014 // 30 visualizzazioni

best practicesCi sono due vie per creare una strategia di content marketing: pubblicare di tutto a caso o ideare e realizzare contenuti  interessanti, intriganti, che riescano a creare una connessione con il tuo pubblico. È davvero molto importante capire quale sia il tuo target; se il tuo obiettivo è colpire giovani creativi non dovresti pubblicare pagine e pagine piene di numeri e dettagli tecnici, ad esempio. Non esiste un contenuto che vada bene per tutte le situazioni (devi fare dei test continui), ma ci sono delle categorie che hanno spesso delle ottime performance: Case studies. Se vuoi far sapere perché il tuo prodotto o servizio è la risposta ai problemi della tua audience, un case study è quello che ti serve. Non sai cosa voglia dire questo termine? Beh, significa ‘raccontare una storia’ in poche pagine, analizzare come sei riuscito a risolvere i problemi di un’azienda e cosa farai in futuro per bissare questo successo. E-book. Una pubblicazione digitale scaricabile come PDF. Se crei un e-book, realizzalo con cura: ci devono essere informazioni interessanti, devono essere scritte e impaginate bene, mi raccomando. Podcast. Un metodo non utilizzatissimo, ma interessante. Si tratta di creare delle registrazioni audio scaricabili gratuitamente. Video. I consumatori amano i video, lo sai benissimo anche tu: gli utenti li guardano e condividono volentieri e poi un video vale mille immagini e migliaia di parole. Se ti interessa scoprire di più su Youtube, leggi l’articolo ‘YouTube: perché sì e come aumentare l’engagement’, pubblicato la scorsa settimana. Infografiche. Ormai  ti abbiamo detto in tutte le salse che le infografiche sono interessanti perché sono la facile rappresentazione visiva di dati complessi; non è un segreto che questo tipo di contenuti riceva generalmente molti apprezzamenti misurati in like, condivisioni, tweet, +1, eccecc… Puoi anche usarle come ‘link bait’: inserire a fine pagina un codice di incorporamento renderà facile la pubblicazione da parte di altri blogger e il link al tuo sito sarà integrato…e pensa cosa succederebbe se qualche sito importante la usasse!

Topic: ,

Send this to a friend