Ente accreditato Regione Veneto n.4271

GlassUp, l’alternativa italiana ai Google Glass

Pubblicato da Luca Binotto // 22 luglio 2013 // 66 visualizzazioni

GlassUp

L’annuncio dei Google Glass pare aver dato il via a una rivoluzione: il settore sta crescendo inesorabilmente e nuovi competitor entrano in questa sfida ‘tech-à-porter’.

Questa volta è un gruppo italiano a spaventare il gigante di Mountain View con i suoi GlassUp, gli occhiali intelligenti costruiti fra Padova e Marghera. Il progetto è finanziato in crowdfunding sulla piattaforma Indiegogo; la raccolta fondi sarà attiva fino al prossimo 8 agosto.

Francesco Giartosio, Gianluigi Tregnaghi e Andrea Tellarin sono gli sviluppatori di questo gioiello tecnologico che si collega allo smartphone via bluetooth e, grazie a uno schermo integrato in una delle lenti, permette di leggere news, controllare i propri profili social, avere informazioni turistiche in realtà aumentata e sfruttare un navigatore satellitare a portata ‘di occhio’.

Le differenze con il progetto di Google? La principale è la violazione della privacy; questi occhiali non sono dotati di fotocamera eliminando così qualsiasi problema in questo senso. È possibile averla a richiesta, ma sarà un’appendice piuttosto visibile; una specie di avviso per chi ci passa davanti e non vuole essere ripreso.

Altra differenza: il punto di proiezione delle immagini. In GlassUp è vicino al centro di visione, in modo da ridurre al minimo lo stress per i muscoli oculari che non dovranno mettere a fuoco ogni volta lo schermo. Ovviamente le informazioni saranno in sovrapposizione con lo sfondo, con innegabili vantaggi e svantaggi (sicurezza, distrazione, eccecc).

Sono dotati di accelerometro, bussola digitale, sensore di luminosità, altimetro, bluetooth, batteria che garantisce una giornata di utilizzo, risoluzione schermo di 320×240 px e controlli touch sulla stanghetta; il tutto è mosso da un sistema operativo basato su Android.  Il peso? Molto contenuto: 65 grammi.

…e per portarli a casa bastano 299 dollari. Il futuro è ora…anzi no, è febbraio 2014, prima data di consegna dei GlassUp.

Topic: ,

Send this to a friend