Ente accreditato Regione Veneto n.4271

Google Local Search: come sopravvivere alla rimozione del filtro località

Ecco il tool che abbiamo realizzato per le vostre ricerche geolocalizzate

Pubblicato da Nicola Burei // 1 marzo 2016 // 1.198 visualizzazioni

Google Local Search: rimozione filtro località

Lo scorso novembre Google ha rimosso la possibilità di impostare la località di ricerca tramite l’apposito filtro della sezione Strumenti di ricerca.

Questo strumento era utile a chi si occupa di SEO per simulare delle ricerche da posti diversi, con lo scopo di analizzare le SERP visualizzate da differenti località. Ad esempio era possibile ottenere quelle relative a “corso di web marketing” a Treviso, piuttosto che a Padova o a Verona.

Purtroppo la situazione che si presenta ora è questa:

 

Rimozione filtro Google Local Search su Strumenti di Ricerca

 

 

Come si può osservare, le uniche opzioni ora disponibili sono “Qualsiasi paese” o “Paese: Italia”.  Non sono presenti ulteriori possibilità.

La spiegazione fornita da Google, come riporta Search Engine Land, è stata che la funzionalità era poco utilizzata e quindi intenzionalmente rimossa per concentrare gli sforzi su altri strumenti.

Per cercare di aggirare la limitazione, qualcuno suggerisce di manipolare direttamente l’URL di ricerca, aggiungendo il parametro &near=località.
Immaginando di voler cercare “ristorante giapponese” a Treviso, dovremo procedere in questo modo:

 

Ricerca locale

 

 

Osserviamo, per inciso, che Google ha rilevato la località:

 

Paginazione Google

 

A questo punto modifichiamo l’URL aggiungendo, in coda, il parametro &near=treviso

 

Ricerca su Google con parametro near

 

E otteniamo questo (sulla sinistra i risultati prima della modifica e, sulla destra, quelli dopo):

 

Google Local Search con parametro near

 

Osserviamo che, mentre la mappa dei risultati locali appare effettivamente diversa, i risultati della ricerca organica non sono cambiati di molto. D’altra parte, la località rilevata nel footer è rimasta invariata: riporta sempre “Venezia”, come accadeva prima della modifica.

 

Paginazione Google

 

 

Quindi, come facciamo?
Ci viene in aiuto un vecchio articolo di Moz nel quale si suggerisce di utilizzare un parametro non documentato dell’URL di Google: uule.

Tralascio la spiegazione di come fare perché viene affrontata molto bene nell’articolo. Tuttavia la procedura richiede, per ciascuna ricerca, di compiere alcuni passaggi non proprio intuitivi.

 

Abbiamo realizzato uno strumento

A questo punto ci siamo rimboccati le maniche a e abbiamo realizzato uno strumento che possa agevolare il compito. Vediamo come utilizzarlo, attraverso un esempio.
Ipotizziamo di voler vedere come si posiziona il nostro corso di web marketing a Verona. Compileremo il modulo in questo modo:

 

Tool Local Search Google con filtro località

 

Le caselle “Motore di ricerca” o “Nazione” vanno modificate solo se avete esigenze di ricerca al di fuori dell’Italia.

La “Località” va selezionata utilizzando l’apposita tendina a discesa:

 

Ricerca località

 

Le località disponibili (vengono elencate solo quelle che Google è in grado di riconoscere) appaiono man mano che si scrive nell’apposita casella.

Un’annotazione: Google riconosce certe località come Roma, Padova o Firenze, solamente attraverso il loro nome in inglese, ovvero “Rome”, “Padua”, “Florence”. Questo vale per i luoghi un po’ più turistici. Quindi non spaventatevi se non trovate una determinata città: provate con il nome in inglese.

Dopo aver compilato tutti i campi sarà sufficiente premere sul pulsante “Genera URL di ricerca” per ottenere gli indirizzi delle prime 5 SERP.

 

Strumento gratuito Local Search Google con filtro località

 

Cliccando sui link si apriranno le corrispondenti pagine di ricerca: il primo visualizzerà la prima pagina, il secondo la seconda pagina, e così via.

Ma non era sufficiente fornire solamente il link alla prima pagina e poi passare a quelle successive utilizzando l’apposito strumento fornito da Google?

Paginazione risultati SERP Google

Il problema che si presenta procedendo in questo modo è che si va a perdere il parametro uule: Google non lo mantiene nel passaggio da una pagina all’altra.

Utilizzando, invece, i link forniti dal nostro tool, manterremo il parametro. Questo può essere verificato perché la località indicata nel footer è esattamente quella da noi impostata:

Ricerca corso web marketing a Verona

 

Ecco il nostro tool di ricerca geolocalizzata

nuovo tool per la ricerca geolocalizzata su #Google #SEO #venetoformazione Click to Tweet

Potete utilizzare il tool direttamente da questa pagina. Fateci sapere se vi è stato utile e lasciateci un commento.

 

Tool per emulare diverse località di ricerca in Google

La query di ricerca. Es: corso web marketing.
Deve essere un motore di ricerca Google.
La nazione selezionata serve per filtrare le località selezionabili nella casella sottostante.
I nomi delle località sono quelli riconosciuti da Google, pertanto alcuni nomi potrebbero essere espressi non in italiano (es: Roma diventa Rome e Padova diventa Padua).
Dopo aver fatto click sul pulsante l'URL apparirà qui sotto. Se modifichi la query o altri parametri devi premere nuovamente il pulsante per aggiornare l'URL.

 

Topic: , ,

Send this to a friend