Ente accreditato Regione Veneto n.4271

Guida al Canva Design: come e perché

Per quanto Canva possa sembrare intuitivo, è il risultato che conta, mente gli utenti sono il tuo giudice

Pubblicato da Luca // 8 marzo 2017 // 939 visualizzazioni

guida su come usare canva

Perché Canva design?

Beh, perché questa non è la solita guida a Canva, ma uno strumento che può aiutarti a migliorare il tuo stile e ottenere delle immagini veramente ottime, pronte ad essere condivise su Facebook o utilizzate per una newsletter.

Le informazioni che troverai in questa guida valgono per tutti i progetti che hai in mente di realizzare e puntano il focus sulla struttura dell’immagine. La tua creatività e voglia di osare faranno il resto.

Canva è uno degli strumenti più conosciuti per la realizzazione di elaborati grafici da utilizzare nel proprio sito web o per le quotidiane attività di marketing, dai manifesti alle newsletter, fino alle infografiche e post social.

Limiti di Canva free

Con il piano gratuito hai accesso ad un uso limitato delle funzioni Canva, ma sono più che sufficienti a garantirti un risultato ottimale. Le funzioni aggiuntive sono state studiate per migliorare la resa delle immagini e soprattutto l’usabilità della piattaforma, tuttavia possono essere trascurate grazie a qualche consiglio che ora voglio darti.

Hai, tuttavia 30 giorni gratuiti, se vuoi passare al piano a pagamento. Usa questo tempo per capire se può servirti oppure no.

  • Le font a tua disposizione sono limitate, quindi potresti non trovare la font ufficiale del tuo brand. C’è una soluzione, per i meno grafici.Puoi salvare l’immagine in png e caricarla in un nuovo progetto di Power Point. Da qui è possibile inserire il testo con la font ufficiale del tuo brand (che avrai salvato nella tua font library). Dopo averlo allineato nel modo desiderato, raggruppa testo e immagine in un unico file. Tasto destro e salva come immagine (per Facebook, ricorda di salvarlo in png). Il risultato è più che accettabile, soprattutto se devi usarlo per il tuo sito, blog, o nella tua attività social.
  • Il ridimensionamento dell’immagine è possibile solo con Canva for work. Questo strumento può tornarti utile, soprattutto se devi realizzare dei post da pubblicare in diversi social network (esempio, Facebook e Instagram). Dipende da quanto sia elaborata la grafica e dai tuoi obiettivi. Al netto di link da condividere, con il formato quadrato 1080 x 1080 di Instagram, puoi ottenere molto più engagement anche su Facebook e Twitter, ma occhio al mobile. Se desideri che la grafica sia immediatamente visibile su Twitter, affidati al formato 1024 x 512 pixel.
  • Fino a 50 membri del tuo team da aggiungere. Con la versione free, potete collegare fino a 10 collaboratori…mi sembrano più che sufficienti. In caso contrario, meglio pensare a soluzioni più performanti.
  • Palettes colori. Non ho mai avuto problemi a gestire più di un colore ufficiale con la versione free. In casi particolari potrebbe rivelarsi utile.
  • Organizzazione delle immagini in cartelle. Torna sempre utile fare un po’ di ordine. È consigliabile per chi gestisce molti file.

Veniamo alla grafica e al design del post

Prima regola, non farsi prendere dal panico. Canva mette a tua disposizione diverse icone, cornici ed elementi di ogni sorta….non abusarne troppo.

Oltre agli elementi a disposizione, è possibile caricare elementi aggiuntivi: icone e grafiche acquistate su portali come Shutterstock oppure fotografie con licenza Creative Commons, o di tua proprietà.

Una volta caricata e aggiunta al progetto, l’immagine si adatta alle dimensioni del progetto. È possibile ingrandire l’immagine, ma non superare i limiti della sua dimensione originale per evitare un effetto sgranato molto fastidioso.

Non mi dilungherò a chiarire regole di composizione fotografica eccetera. Fai molta attenzione, però, a bilanciare gli elementi che applichi all’immagine. L’occhio umano, anche solo per una frazione di secondo, tende ad accorgersi di eventuali errori che causano purtroppo la “perdita dell’attenzione”.
Gli allineamenti sono, quindi essenziali. Puoi aiutarti con l’elemento linea o con l’elemento forma quadrata. Quest’ultimo permette di visualizzare le dimensioni in pixel. Se modificate, queste ti garantisce un ulteriore controllo nella gestione degli spazi. Fanne buon uso.

BONUS: le immagini su Canva possono essere modificate (luminosità, saturazione, contrasto, …) e possono essere applicati dei filtri. Se vuoi creare maggior contrasto tra sfondo e testo, potresti utilizzare l’elemento “Forme” di colore bianco o nero, come vuoi tu, e successivamente applicare una trasparenza (quella che desideri). In alternativa puoi applicare la trasparenza alla sola immagine sfondo.

Vuoi realizzare un post per la tua fan page?

  1. Troppi elementi rischiano di distrarre la lettura.
  2. Devi distinguerti non solo dai tuoi concorrenti, ma da tutti gli utenti di quel social network.
  3. Le immagini giocano un ruolo fondamentale se vuoi ottenere qualcosa dal tuo pubblico.
  4. Trova il tuo stile e ricorda di essere costante. In questo modo getterai le basi per la tua riconoscibilità. Ad esempio, potresti pensare ad un elemento grafico che ti contraddistingue, oppure ad una cornice colorata. Questi elementi potresti replicarli in tutti i tuoi post. Fai attenzione, devono essere elementi che si adattano in tutte le situazioni, a prescindere dallo sfondo.strutture alternative di post
  5. Usa un testo essenziale, leggibile da mobile, possibilmente con un colore in contrasto con lo sfondo.
  6. Dai un maggiore peso al particolare più importante della tua comunicazione, sia nel testo, che nell’immagine.
  7. Scegli un’immagine facile da interpretare, ma allo stesso tempo originale.
  8. Usa meno icone possibili e mai di stili diversi.grafica del post
  9. Utilizza una palette di colori essenziale e coordinata: da 3 a 5. Magari puoi aiutarti con questo tool integrato in Canva oppure tool di terze parti  e anche di Adobe
  10. Scegli immagini che si adattano a tutti i formati che vuoi utilizzare (le trovi su Flikr, Google, o siti che propongono immagini royalty free da scaricare gratis o o a pagamento).
  11. Rispetta gli allineamenti.

Vuoi realizzare una infografica?

L’infografica è un grande strumento di comunicazione che fa dell’immediatezza il suo principale punto di forza.
Deve essere di facile comprensione, ordinata e completa. Dilungarsi troppo non è consigliabile. Meglio puntare il focus su un argomento preciso.

  1. Come prima cosa, raccogli tutti i contenuti e cerca il più possibile di schematizzarli. Carta e penna saranno i tuoi alleati, al momento. Preparare una bozza ti aiuterà a procedere più velocemente con la grafica, senza bloccarti.
  2. Scegli il formato ideale. Canva te ne suggerisce uno, ma puoi realizzarlo del formato che desideri. L’importante è che si legga bene anche da mobile.
  3. Scegli un titolo che stimoli la curiosità dei tuoi lettori, senza imbrogliarli. La promessa del titolo deve essere mantenuta nell’infografica.
  4. Scegli quali elementi grafici possono sostituire un concetto, senza essere troppo ambiguo.
  5. Riutilizza gli elementi quando rappresentano il medesimo significato. In questo modo il risultato sarà più coerente e il lettore avrà le chiavi di lettura corrette per poter comprendere ciò che vuoi dire.
    infografiche in canva
  6. Non appesantire l’infografica con elementi privi di significato e utilizzati solo come contorno.
  7. Usa, dove possibile, i grafici.
  8. Mantieni le proporzioni e gli allineamenti tra i vari elementi.
  9. Utilizza elenchi numerati o frecce, per agevolare la comprensione del flusso di informazioni. Gli utenti odiano perdersi per strada.
  10. Utilizza meno fotografie possibile, per non sovraccaricare la grafica. Possono essere utili e originali come sfondo.
  11. Completa l’infografica con le tue fonti e le informazioni per contattarti.

Concludendo, Canva può essere un grande alleato, ma va studiato con pazienza. Per quanto possa sembrare intuitivo il suo utilizzo, è il risultato che conta, mentre gli utenti sono il tuo giudice.

Fai dei test, senza paura di sbagliare. Presto troverai la soluzione migliore per te.

Se conosci qualche altro trucchetto per usare Canva, condividilo nei commenti e non dimenticare di condividere l’articolo nei social.

Topic: , , , ,

Send this to a friend