Ente accreditato Regione Veneto n.4271

Newsletter: i 7 punti fondamentali

Pubblicato da Luca Binotto // 25 aprile 2013 // 71 visualizzazioni

Chiocciola e-mail

Parliamo di newsletter. Sono sicuro che sappiate benissimo cosa siano, anche solo perché ne avete ricevuta una nella  casella di posta elettronica.

L’utilizzo di questo strumento in passato dava dei buoni frutti mentre ora, causa abuso e spam selvaggio, le campagne sono molto più difficili e vanno calibrate alla perfezione per ottenere un riscontro accettabile.

Ci sono però errori che non vanno assolutamente fatti:

Utilizzare la vostra casella di posta per spedire la mail. Ci sono degli ottimi sevizi online come Mailchimp che vi permettono di creare la vostra newsletter partendo da dei template perfettamente customizzabili e di inviare tramite i loro server fino a migliaia di mail al mese…gratis! L’unica limitazione, nel caso di Mailchimp, è che la vostra lista mail potrà essere di max 2000 contatti.

Mandare e-mail senza il consenso. Attenzione, in ogni Paese ci sono legislazioni diverse e rischiate di trovarvi in mezzo a beghe legali. Non conviene fare i furbi.

Scrivere pessimi “oggetti”. Scrivere un oggetto che attragga il cliente è l’unico modo che abbiamo per fargli aprire la nostra newsletter. Oggetti come “Ciao. TI MANDO LA PRIMA NEWSLETTER …” avranno un solo risultato: cestino.

Testi delle mail scritti in lingue incomprensibili e lunghi. Siate brevi e semplici e la mail verrà letta; trattati scritti in linguaggio aulico verranno irrimediabilmente cestinati. E, magari, contrassegnati come “spam”.

Invii non regolari. Le persone amano le consuetudini; una newsletter regolare trasmette sicurezza e serietà così i clienti si affezioneranno più facilmente.

Non controllare i dati statistici della campagna email. Come? Passate ore su Google Analytics a guardare i percorsi degli utenti nel vostro sito e non controllate quelli delle newsletter? Come farete a capire se sbagliate qualcosa?

Non prevedere il tasto “disiscrizione”. Oltre ad essere illegale rischiate di farvi bombardare di e-mail di protesta.

Per altre info…beh, chiedete nei commenti!

Topic: , , ,

Send this to a friend